martedì 19 maggio 2015

Occhio al libro: "Alethè"

Visto che in questo periodo ho rallentato un po' con il blog oggi per farmi perdonare farò due belle segnalazioni. La prima ora la seconda oggi pomeriggio.
Iniziamo con un'autrice, sempre italiana, giovanissima, alla sua prima pubblicazione: Federica Caglioni.


SCHEDA LIBRO:

Autore: Federica Caglioni
Titolo: "Alethè"
Editore: DuDag
Genere: Urban Fantasy, Young Adult
Pubblicazione: Febbraio 2015
Formato: e-book
Pag: 384

Link per l'acquisto:
DuDag


Pagina Facebook: On Rainy Days
Twitter: @OnRainyDaysBlog


 LA TRAMA:

Trasferirsi in un’altra città e lasciarsi alle spalle gli amici e gli affetti di tutti i giorni non è semplice, ma Kelia deve farlo se vuole scoprire qualcosa sui genitori che non ha mai conosciuto. Sa che, qualunque cosa verrà a sapere a proposito di Edward e Sophie, la sua vita non sarà più la stessa.
Quello cui non era preparata è l’imprevedibile piega che prendono gli eventi da quel momento in avanti. Sono solo coincidenze o forse c’è qualcosa di più dietro ai misteriosi oggetti che compaiono dal nulla e agli strani sogni che le impediscono di dormire e che minacciano di accadere davvero? Tra una normale giornata dietro i banchi di scuola in compagnia di Grace e Matt, il solo che riesca a farla stare bene, e i misteriosi rapimenti che bloccano la città, Kelia si trova davanti a una scelta difficile: credersi pazza oppure fidarsi di Alex, uno sconosciuto che dice di sapere ciò che le sta accadendo e che, a quanto sembra, non è il solo a conoscere la verità.
Quando Kelia scopre che anche la sua famiglia è coinvolta e che l’ha tenuta all’oscuro di tutto per proteggerla, non ha altra possibilità che accettare l’incredibile: lei è una Nephilim, discende dai figli di uno dei quattro Arcangeli, e la realtà è ben più complessa e pericolosa di quanto si sarebbe mai aspettata.
Inseguita e braccata da più nemici, Kelia deve guardarsi anche dalle assurde pretese dell’Arcangelo Raphael e per sfuggire a chi cerca di ucciderla, Kelia sarà costretta a scegliere da che parte schierarsi. Ma ogni decisione ha un prezzo e quello che lei dovrà pagare sarà ben più alto di quanto avesse mai immaginato.
Tra nuovi alleati e incontri che cambieranno per sempre la sua vita, in questo primo volume Kelia si troverà a fare da spartiacque in una lotta plurisecolare e che la metterà in marcia verso l’Apocalisse, la guerra che metterà fine al mondo, senza possibilità di ritorno. 

Che dire, dalla trama sembra interessante. Vediamo di scoprire qualcosa di più sull'autrice e sul libro grazie a un piccolo estratto donatoci dalla stessa Federica:

Estratto:
Il cielo grigio minaccia di rovesciare a terra una quantità di acqua considerevole nel giro di pochissimi istanti; l’asfalto della pista, già bagnato dal temporale di questa notte, non vedrà un raggio di sole per tutto il giorno e nemmeno io potrei lasciare tanto presto l’Irlanda se la perturbazione che ha fatto ritardare la partenza del mio volo non si decide a scivolare verso l’entroterra e a sgombrare l’aria dalla sua pesante cappa. L’hostess si ferma per la terza volta in quell’ora per chiedermi se voglio qualcosa e quando scuoto la testa, passa alla fila successiva; ho già comprato da bere e da mangiare, tutte e due le volte, perciò non mi sembra il caso di prendere dell’altro dal super rifornito carrello della compagnia dal trifoglio verde stampato in ogni angolo, dalla carlinga dell’aereo alle divise di chi ci lavorava.
Con un unico gesto abbasso il telo per coprire il finestrino, attirando su di me lo sguardo dell’uomo seduto al mio fianco. È grasso, tanto che le braccia faticano a trovare una posizione sugli esili braccioli del sedile, perennemente mosse su e giù, destra e sinistra, per cercare una combinazione che gli permetta di appoggiarsi, quasi come se dei fili invisibili di un burattinaio si divertano a tormentarlo, e indossa una maglietta bianca con stampato, proprio all’altezza della pancia, uno gnomo con la pentola d’oro, entrambi sformati. Vicino alla testa dell’omino è disegnata una nuvoletta con scritto “Sono il tuo tesoro”. Un pessimo souvenir, su cui un’invocazione a dimagrire sarebbe stata meglio.
[…]
Mio nonno ha detestato l’idea del viaggio sin dal principio e adesso mi rendo conto che ha raggiunto il suo scopo: finché non arriverò, questi dubbi e il risentimento continueranno a tormentarmi, a crearmi il malessere che mi da le vertigini e mi chiude lo stomaco come una tenaglia. Sono divisa in due me contrapposte, in lotta tra loro per avere la meglio sull’altra, senza sapere quale vincerà o se finirà tutto nell’arco di un volo aereo tra il vecchio e il nuovo continente. Un forte rumore si alza dal sedile al mio fianco e voltando la testa, scorgo l’uomo grasso dormire profondamente dopo nemmeno due ore dalla partenza, russa pure; lo gnomo e la pentola d’oro stampati sulla maglietta si muovono su e giù con tranquillità e con il sedile reclinato all’indietro si vede meglio anche quello che c’è scritto nella nuvoletta bianca: quasi in tono malevolo, il membro del piccolo popolo gli chiede “Dimagrisci se mi vuoi bene”. Strano, avrei giurato ci fosse scritto qualcos’altro.

L'Autrice:
Federica Caglioni nasce in provincia di Bergamo nel 1993. Coltivando la passione per la lettura fin da bambina, intraprende una formazione umanistica frequentando il liceo linguistico e iscrivendosi alla facoltà di Lettere Moderne dell’università di Bergamo. Oltre allo studio, si occupa del suo blog On Rainy Days su Wordpress. Ha pubblicato il suo primo romanzo, Alethè, a Febbraio 2015 grazie alla piattaforma online Dudag.com. 

Nessun commento:

Posta un commento