giovedì 18 settembre 2014

Recensione: "Rosehan e la Spada di Shanas"

Finalmente, dopo avervi presentato tempo fa l'intera saga creata dalla fervida immaginazione di Teresa Di Gaetano, posso parlarvi più approfonditamente di questo libro.

SCHEDA LIBRO:

TITOLO: "La sabbia delle streghe, Rosehan e la spada di Shanas"
AUTORE: Teresa Di Gaetano
PAGG.: 392
PREZZO DI COPERTINA: 19,50 €
ISBN: 97888911145284
EDITORE: self-publishing youcanprint
FORMATO: cartaceo/ e-book
DOVE SI PUO’ ACQUISTARE:  
cartaceo: Youcanprint nei principali stores di internet (Amazon, ibs, etc.), in oltre 1.500 librerie d’Italia (elenco librerie in cui si può ordinare QUI
GENERE: fantasy
DATA DI PUBBLICAZIONE: giugno 2014
VOLUME:  ottavo libro della saga, si può leggere senza aver letto “La leggenda di Primrose” e “Alla ricerca dei ricordi”. Tratta le avventure di Rosehan, un’eroina a parte, però che si muove nel mondo creato dalla scrittrice, La sabbia delle streghe appunto.

Curiosità: all'interno del libro troverete la cartina del GranRegno a colori. 

LA TRAMA:

Ai confini dei regni Luna di Vetro e Colori di pietra si combatte la Grande Battaglia. Aegnor, figlio di Kamen, ha bisogno della leggendaria e fulgida spada di Shanas per poter vincere in guerra. Solo lei, Rosehan, una semplice ragazza può portargliela. Ma perché proprio Rosehan? Lei è l’Eletta, l’unica in grado di impugnare la spada senza conseguenze. I segreti della ragazza sono racchiusi in un tatuaggio misterioso impresso sulla nuca dalla nascita. Nessuno però sa il significato del suo simbolo, fino a quando non incontrerà Fuinuir, l’Uccisore delle Tenebre. Lui le affiderà la missione di portare la spada ad Aegnor e così Rosehan parte. Un viaggio alla scoperta di se stessi, delle proprie origini, ma anche un modo per riscoprire il proprio coraggio e valore.


Riuscirà la famosa spada di Shanas a sconfiggere il Male e a far trionfare la pace? O Erchamon, il malvagio mago monco, la distruggerà? Scopritelo leggendo questo entusiasmante libro della saga, dove magia e mistero si intrecciano per regalarvi una storia unica con un’eroina indimenticabile e senza tempo.

Recensione:

Rosehan è una ragazza di sedici anni, ancora giovane e immatura. Tutto ciò che ama è il suo villaggio, i suoi genitori e la natura. La sua vita cambia però, quando un oscuro e misterioso personaggio irrompe in casa sua per affidarle un compito, dal quale dipende le sorti della Grande Battaglia. Rosehan suo malgrado sarà costretta a partire. Inizierà così il suo viaggio alla scoperta di se stessa e delle proprie origini, incontrando molti amici lungo il cammino, con i quali dividere le responsabilità del compito assegnatole. Fra questi troverà anche una persona speciale da amare e scoprirà che anche la meta più irraggiungibile, è a portata di mano grazie all’affetto e all’aiuto delle persone che la circondano.

Incomincio col dire che “Rosehan e la Spada di Shanas” è un fantasy per ragazzi e come tale l’autrice adotta un linguaggio adatto al target di riferimento. Uno stile quindi semplice con un vocabolario alla portata dei più giovani, ma scritto molto bene, chiaro, essenziale e senza sbavature. Una scrittura lineare, sobria, senza tanti giri di parole o virtuosismi inutili, come piace a me. Solo in due occasioni ho riscontrato l’uso di termini troppo moderni che mal si addicevano al tempo imprecisato ma sicuramente non attuale, nel quale è ambientata la storia.

L’autrice ti trasposta nel suo mondo fantastico (mondo messo su carta anche attraverso una bellissima cartina che fa comprendere la complessità dell’opera) fatto di streghe, maghi, elfi, re e regine, profezie, spade dai poteri magici, esseri eletti con poteri particolari, guerrieri, maledizioni, oggetti misteriosi e arcani, sensitivi e incantatrici e molto altro ancora. Con continui accadimenti e colpi di scena, scoperte e rivelazioni, sospiri d’amore e delusioni, non ci si annoia mai, arrivando senza neanche accorgersene alla fine delle quasi 400 pagine. Una storia ricca e avvincente, un universo tutto da esplorare e conoscere insieme ai personaggi.

Ma chi sono questi personaggi? Abbiamo la nostra protagonista che lungi dall’essere la guerriera perfetta è ribelle, un po’ egoista, sostanzialmente ancora immatura data la sua giovane età. Ha molto da imparare sia su se stessa che su ciò che ha veramente importanza nella vita. Non sarà facile per lei abbracciare in pieno la missione affidatagli con la forza e il vero male che dovrà affrontare, non sarà soltanto nei numerosi nemici che cercheranno di ostacolarla, ma sarà dentro di lei: le sue paure, il suo egoismo, i capricci del suo giovane cuore.
Troviamo l’ambiguo Fuinuir, il fedele e coraggioso amico Christian, l’avido Quing He, la combattiva Nereis, la dolce Nalemi, il diplomatico e sincero Agheon, il malefico e temibile Erchamon e infine lui, l’affascinante Lepang.
In realtà moltissime altre figure ruotano intorno al romanzo, come il mago Elros, ma questi sono i principali. Ognuno avrà un ruolo fondamentale nel viaggio e nella maturazione di Rosehan, ognuno l’aiuterà in un modo o nell’altro a compiere il suo destino.

Ci troviamo di fronte alla classica lotta tra il bene e il male ma non è solo questo. Il libro nasconde molti insegnamenti come il valore dell’amicizia, il sacrificio, l’andare oltre alle apparenze, l’assumersi le proprie responsabilità, superare le paure, non arrendersi mai e molto ancora potrei continuare.
Mi fermo qui. Il resto scopritelo da voi.

Teresa Di Gaetano ha creato una bella compagnia per la nostra eroina caratterizzando molto bene i vari coprotagonisti con una storia, con tormenti passati e presenti, con segreti, aspirazioni e sogni da realizzare. Proprio per questo il finale mi ha lasciato molto curiosa di leggere come continueranno le avventure di tutti loro, immaginando e sperando, che li ritroveremo ancora all’interno della Saga.

Complimenti davvero all’autrice per la sua bravura, la creatività e l’immaginazione, l’originalità e il coraggio di affrontare la difficile sfida di mettere su carta una saga così articolata e particolare. Mi sarebbe piaciuto vedere alcuni episodi maggiormente approfonditi, come ad esempio la separazione dei vari membri della compagnia, ma nel complesso direi che il libro è veramente una bella lettura. Sicuramente per i ragazzi ma anche per gli adulti che ne apprezzeranno le qualità.

IL MIO VOTO:



Per altre informazioni sulla saga, potete leggere il post della segnalazione QUI

1 commento:

  1. Questa e una triologia che ho da sempre tenuto d occhio x acquistarla aspettavo solo il formato ebook....quindi senza parole....

    RispondiElimina