mercoledì 30 luglio 2014

Recensione Anteprima: "Kasia - Il Codice della Strega. Vol. 1"

Una nuova saga è appena venuta alla luce. Una storia fantasy con risvolti dark, che presenta ben più di una particolarità. Letto in anteprima, e per questo ringrazio l'autore Federico Negri,  vi presento la mia recensione.

SCHEDA LIBRO:

Titolo: Kasia - Il Codice della Strega (Vol. 1)
Autore: Federico Negri
Genere: Fantasy dark
Pagine: 97
Formato: e-book (e-pub e mobi)
ISBN: 9781310589935

Link Acquisto:
MazyAmazon, Kobobooks e tutti i maggiori stores on line

Pagina Facebook della Saga:
https://www.facebook.com/codicedellastrega?fref=ts



LA TRAMA:


La Terra è alla fine dei suoi giorni. Un tempo, gli uomini dominavano il mondo con le loro macchine ipertecnologiche, ma, secolo dopo secolo, i mari sono diventati impraticabili, le fonti di energia si sono prosciugate e l’umanità è scivolata nell’isolamento della barbarie. Tuttavia la magia ha iniziato a germogliare in poche, dotate persone, le quali sono educate come streghe dalle loro consorelle. 

Kasia, una strega mercante, durante il suo primo viaggio dopo un lungo esilio, è costretta ad accettare un incarico equivoco. Un errore letale, in uno scacchiere di spie e governi contrapposti, che temono le arti occulte e le sopportano unicamente per sfruttarle ai propri fini. 



Recensione:



Ho letto questo romanzo breve in anteprima e ne sono rimasta entusiasta.
Ci troviamo in un tempo imprecisato, in una terra reduce da una guerra tra nazioni, in cui le cose sono molto diverse da come noi le conosciamo. Prima fra tutte: la magia.
Kasia è un mercante e capitano di un aeroscafo, ma prima di tutto è una strega, capo del clan Santuini. Come inglese, ha combattuto durante la guerra per la sua nazione e ne è uscita sconfitta. Dopo un lungo esilio, finalmente è ora tornata libera di viaggiare e fare affari con il resto del mondo (almeno del mondo a loro accessibile), ma con le dovute cautele, perché la guerra ha lasciato profonde ferite e soprattutto molta ostilità verso coloro che praticano la magia. Con un carattere d’acciaio, determinata, potente ed esperta nelle arti magiche, Kasia sa bene come affrontare il pericolo, ma contro la sua volontà si ritroverà immischiata in un grosso affare, che capovolgerà le sue convinzioni e il suo mondo e che , neanche a dirlo, metterà in pericolo la sua vita e quella di tutto il suo clan.

Lo stile dell’autore mi aveva già colpito nella trilogia di "Promise" (recensione QUI).
Federico Negri ha un’ottima padronanza della lingua, è capace di rendere le frasi armoniose e musicali; non cade in ripetizioni e i suoi testi non presentano refusi. Lo stile è fresco, semplice, diretto, come piace a me. La storia è scritta in terza persona, al presente e con POV singolo, e sebbene io ami di più i POV multipli e l’uso del passato remoto, la storia e i personaggi sopperiscono ampiamente a quello che il mio gusto personale non apprezza particolarmente.

Parliamo quindi della trama e di questi personaggi. Ci troviamo di fronte a una storia tutta, o quasi, al femminile; una storia di streghe. Siamo abituati a vampiri, buoni o cattivi, licantropi, demoni, elfi, angeli caduti e tutta una serie di personaggi mostrati nelle loro vesti classiche o rivisitate, ma è la prima volta che leggo qualcosa di streghe. E ho trovato la cosa molto affascinante e intrigante.
Innanzitutto devo precisare una cosa. L’autore ha dato vita a una sorta di romanzo a puntate: un’unica vicenda quindi, suddivisa in più volumi. In ogni volume la protagonista sarà una delle streghe con il suo punto di vista.
E qui, nel primo episodio, l’onore tocca a Kasia, il capitano dal carattere duro e che non tollera insubordinazioni, ma che è spinta nel suo agire, solo da necessità e responsabilità verso le sue amate consorelle. Sembra infatti che per lei non vi sia cosa più importante che proteggere le persone che ama e per farlo è disposta a tutto. Conosciamo quindi la piccola, impulsiva e dolce Alina, la saggia Riger, la combattiva e tosta Silla e la determinata Lili. Tutte streghe legate da un vincolo che va oltre il legame del sangue. In questo quintetto, si intrufolano il giovane e coraggioso Hansi e l’ambiguo ed enigmatico Guild Poe.
Qualcuno potrà incorrere nell’errore di pensare che come volume introduttivo, la storia possa essere lenta, piena di informazioni e con poca azione. Niente di più sbagliato. Anzi, consiglio, prima di iniziare a leggere, di fare un bel respiro e prepararsi per una lunga apnea perché difficilmente dopo, riuscirete a tirare il fiato. L’autore non lascia tregua, non lascia spazio per annoiarsi coinvolgendoci in un susseguirsi di eventi, combattimenti, scontri e pericoli.

E questo è un altro pregio dell’opera. La trama si dipana in fitte maglie in cui informazioni e azioni sono così ben dosate e intrecciate tra loro, da non appesantire la narrazione e non lasciare punti morti. Non c’è il classico momento in cui tutto viene svelato in un lungo monologo o in una lunga descrizione. Se all’inizio non capirete qualcosa e nella vostra mente si affolleranno mille domande su questo affascinante e complesso mondo immaginario, come è accaduto a me, andate avanti a leggere e piano piano vi verranno date tutte le risposte. Beh, non proprio tutte, perché essendo, appunto, solo l’inizio, ci sarà ancora molto da scoprire.
E per fortuna! Perché la storia mi ha decisamente coinvolto e catturata, pagina dopo pagina, lasciandomi con il desiderio di scoprire sempre di più.

Federico Negri non crea mai un mondo semplice e lineare. Al contrario è sempre molto complesso e articolato e quando credi di aver capito tutto, ti accorgi che l’inaspettato è dietro l’angolo.

Altro aspetto tipico dell’autore è il saper mischiare molto bene le carte in tavola. Come mi era già accaduto nella trilogia di Promise, anche qui non sono mai riuscita a capire all’istante i vari personaggi. Niente è mai come sembra. Chi sono i cattivi e chi i buoni? E soprattutto, quali sono le vere intenzioni che si nascondono dietro l’agire dei molti attori in campo?
Mentre nemici impensabili attaccano da tutti i fronti e alleati improvvisati salvano la pelle alla nostra eroina, l’unica cosa certa per Kasia, è che può contare solamente su di sé e sulle proprie sorelle, perché sembra proprio che un nemico ancora più temibile e malvagio si celi nell’ombra pronto a colpire.

Unica pecca, che è valso a questo libro il mezzo punto in meno dal voto più alto, sono le descrizioni. Ma che ve lo dico a fare oramai? Sono veramente ben scritte e danno prova della maestria dell’autore, ma decisamente troppe per i miei gusti. Tuttavia è proprio questo: questione di gusti. Sono sicura che molti di voi le apprezzeranno.

In conclusione, un inizio di saga che consiglio vivamente. Tra streghe, ibridi, magie, misteri, lotte e combattimenti aerei, in un mondo ancora tutto da esplorare e apprezzare, troverete di che divertirvi.
C’è anche un piccolissimo accenno di rosa, un ben poco velato suggerimento di una storia d’amore che sta nascendo e che, secondo quanto rivelatomi dall’autore stesso, troverà ampio spazio nel capitolo successivo.

IL MIO VOTO:



Nei prossimi giorni non perdetevi l'intervista concessami da Federico Negri, in cui potremo scoprire qualcosa in più su questo bravo scrittore made in Italy.

Segui Federico Negri 


1 commento:

  1. Questo libro nn ho ancora avuto l occasione ne di leggerlo ne dii acquistarlo e mi piace questa presentazione...ora il motivo c'è l ho...grazie

    RispondiElimina