venerdì 20 giugno 2014

Recensione: "Lupus Occulta - La Femmina Alpha"

Finalmente eccomi qui con questa recensione per un libro che mi aveva intrigata fin dall'inizio. Qui posterò la mia recensione. Se invece volete avere altre informazioni sul libro o le due autrici, potete cliccare QUI 

SCHEDA LIBRO:

Autore: Morgan Cavendish e Lyanna Wolfe
Titolo: Lupus Occulta -La femmina Alpha (1 vol di 4)
Serie: Lupus Occulta
Lingua: Italiano
Pubblicazione: 18 Maggio 2014
Formato: e-book e cartaceo

Link per l'acquisto:
AmazonGooglePlayKobobooks e sui maggiori store on line (Bookrepublic, Ultimabooks, etc...)

Contatti:

twitter - @MorganLyanna

LA TRAMA:


Grimwood, Pennsylvania. La vita di Sophie Bartok cambia drasticamente quando la ragazza risponde all'annuncio di lavoro messo da Maya Gale. Un giorno, infatti, alla libreria dove entrambe lavorano, si presenta il misterioso Damien Wilding in ricerca del “Lupus Occulta”, antico libro su miti e leggende licantropine. Quando l’uomo mette piede nel negozio, in lui scatta una scintilla così immediata e prepotente da risultare poco credibile. Tuttavia, la sua inspiegabile attrazione per Maya è autentica: lui è un lupo alpha e lei è destinata ad essere la sua compagna. Sophie, in bilico tra avvenimenti improvvisi e orribili che catapulteranno lei e la sua amica in una corsa frenetica per la sopravvivenza, potrebbe non essere solo una semplice pedina nella scacchiera di Gage, lupo enigmatico e ambiguo. Come se ciò non bastasse, mentre Samuel lotta per non perdere sua moglie e i cacciatori cercano di arrivare al Branco, un ulteriore pericolo, maggiore e imminente, si profila già all'orizzonte.



Sophie e Maya sono due belle e normali giovani donne, la cui vita viene irrimediabilmente cambiata dall’incontro con Damien e suo cugino Gage, due licantropi. Il loro mondo le travolge, risucchiandole in una situazione pericolosa, misteriosa, molto più grande di loro, ma alla quale non sono estranee come inizialmente credono. Ciò che si troveranno ad affrontare, svelerà loro la verità su se stesse e le proprie origini e le metterà di fronte a scelte difficili dalle quali non potranno più tornare indietro.

Trama e Personaggi

Ho apprezzato particolarmente la scelta dei licantropi. Queste creature sono considerate un po’ come i “parenti poveri” dei vampiri. Se vengono dedicati libri o film sui lupi mannari, per la maggior parte delle volte vengono utilizzati come spalle o come antagonisti di qualche vampiro. Io ad esempio preferisco i vampiri, ma qui questi lupi, alpha e non, mi hanno affascinato molto.
Le due autrici hanno creato un mondo sovrannaturale interessante, complesso e misterioso. Mi sono piaciuti i richiami e le spiegazioni delle differenti erbe curative o velenose così come la mitologia alla base del romanzo.
I personaggi sono tutti ben descritti e approfonditi, sia i principali che quelli secondari. Ne conosci i caratteri, i sentimenti, i comportamenti e le motivazioni. Maya e Sophie hanno subito riscontrato la mia simpatia, così come Damien e Lyle e persino Eric. Ma anche i “cattivi” di turno come Aiden e Samuel hanno svolto il loro compito attirandosi le mie antipatie se non il mio odio profondo. Sono tutti approfonditi e ben caratterizzati. Ma credo che il personaggio meglio riuscito sia Gage.
Attenzione! Non ho detto che sia il più simpatico o il mio preferito, ma Gage è sicuramente colui che dà quel qualcosa in più alla trama. Inizialmente lo si trova simpatico e pensavo fosse un po’ la spalla del protagonista, colui che lo avrebbe aiutato e guidato. E invece, piano piano, pagina dopo pagina, mostra la sua ambiguità. A tratti fa arrabbiare e infine non fai altro che domandarti se abbia intenzioni buone o cattive. Non capisci quali siano i suoi veri piani, da che parte stia e questo tiene il lettore col fiato sospeso ogni volta che lui entra in scena. Diventa talmente importante ai fini della trama, da rubare la scena anche a Damien, quasi come un secondo protagonista maschile.

La trama è originale, creativa, molto ricca e articolata, mai noiosa, mai punti morti. Molti avvenimenti, intrecciati tra loro, alcuni dei quali purtroppo rimasti in sospeso (parliamo del primo di quattro libri) tengono il lettore incollato alle pagine.

Ho trovato solo una pecca riguardo questo aspetto, che però è tipico dei romanzi in cui vengono presentati molteplici personaggi tutti insieme.

Le prime pagine sono dedicate infatti a farci conoscere i protagonisti e non solo. La loro storia passata, ci viene snocciolata attraverso la narrazione di brevi episodi che riguardano ognuno di loro in epoche differenti. Tuttavia, saltando avanti e indietro nel tempo, da un posto a un altro, con un personaggio o un altro, si fatica a stare dietro alla lettura, soprattutto se consideriamo che stiamo parlando di un e-book e che quindi, non è così immediato tornare indietro di qualche pagina per capire in che posto e tempo siamo rispetto al capitolo precedente. Ogni capitoletto riporta luogo e data, eppure io ho trovato qualche difficoltà. Questo, mi preme sottolinearlo, avviene solo inizialmente. Finite “le presentazioni” il romanzo prende il via e non si ferma più.

 Lo Stile:
Qui devo fare una premessa. Dopo aver letto il libro, mi sono confrontata con le autrici. Nonostante infatti la bella trama, era chiaro che dietro vi fosse stato un editing troppo frettoloso. Un gran peccato! Proprio per questo ne ho voluto parlare con le dirette interessate. Ecco quindi che loro si sono subito rimboccate le maniche e hanno compiuto una radicale correzione del romanzo. Ho quindi riletto alcuni dei punti che mi avevano dato delle difficoltà ed ho trovato che il libro abbia cambiato aspetto.
Si nota sempre una gran differenza tra i primi capitoli e quelli successivi, ma sono state fatte molte correzioni e anche delle aggiunte piuttosto interessanti.
Si parte quindi con uno stile molto raccontato, che fa poco uso della tecnica dello show don’t tell e che per questo, a tratti, non riesce a coinvolgere il lettore. Alla fine però, il “difetto” è relegato solo a brevissimi tratti; è come se la scrittura maturasse e migliorasse con le sue protagoniste.
Perché è questo che ho notato: c’è ancora molto margine di miglioramento, ma ci sono anche moltissime potenzialità.

In conclusione è un romanzo che mi è piaciuto nella trama originale e nei personaggi ben costruiti, che non ha punti morti e che non annoia mai; l’ho letto in un giorno soltanto, rimanendo incollata alle pagine e questo fa capire quanto mi abbia preso.


A questo punto, esclusivamente per la particolare situazione creatasi, i miei voti sono due: uno per il romanzo e uno per le autrici, per la loro umiltà e disponibilità... non tutte avrebbero reagito così alle critiche.

VOTO AL ROMANZO:



VOTO ALLE AUTRICI:



N.B. Cover ed illustrazioni dei personaggi del libro sono ad opera di Manuela Castaldo

2 commenti:

  1. lo leggerò presto!!! anch'io voglio un "voto all'autrice" :P

    RispondiElimina
  2. Beh che dire io ho già avuto modo di leggere questo libro e come dalla mia recensione ho votato il max xche questo libro merita veramente di essere letto soprattuto xche e scritto in un modo fantastico e scrupoloso in modo da far attaccare alle pagine il lettore...quindi lo consiglio veramente a tutti.
    L errore sarebbe nn leggerlo
    Ora sono in attesa del secondo e nn vedo l ora
    Grazie

    RispondiElimina